WOWSlider
0 0 1 2
 

"Good Vibes", il Primo Maggio di Loppiano 2019

Cultura del dare e fraternità al Primo Maggio di Loppiano, per andare oltre l'individualismo. Tutte le informazioni per prenotarsi.

 

Reema e il suo "punto di svolta"

Reema Nasir, studentessa dell'Istituto Universitario Sophia, viene dal Pakistan. Tra poco tornerà nel suo Paese ma, a dire suo e di chi la conosce, ci torna cambiata. Perché Sophia è stata il suo "turning point", il suo "punto di svolta"? Può lo studio di "Ontologia Trinitaria" essere l'asso nella manica per il futuro di una ragazza cristiana che vive in un paese a maggioranza musulmana?

20/3/2019 

La felicità

Oggi, 20 marzo, si celebra in tutto il mondo la Giornata Internazionale della Felicità, istituita dall'ONU il 28 giugno 2012. In questo modo, si riconosce l'importanza della felicità e del benessere quali obiettivi universali e aspirazioni comuni per tutti gli abitanti della terra. Ma come si raggiunge la felicità? Abbiamo chiesto a Iñaki Guerrero, focolarino spagnolo e psicologo, nonché cittadino di Loppiano, di darci la sua "ricetta", una sorta di vademecum in 10 punti per essere felici. Ecco, cosa ci ha scritto...
 
16/3/2019 

Premiato il progetto “Friendly T-Shirt”

Sabato 16 marzo, il progetto Friendly T-Shirt della Scuola Gen femminile di Loppiano, riceve il premio “Chiara Lubich: Manfredonia, città per la fratellanza universale”.
 
18/3/2019 

"Carissima Chiara..."

Per ricordare Chiara Lubich, nel giorno dell'11° anniversario della sua scomparsa, abbiamo intervistato Paola Piazza, figlia di Tino e Agnese, che si sono trasferiti nella cittadella fin dal 1967, e che a Loppiano ha vissuto tutta la sua infanzia. Che rapporto avevano questi bambini con Chiara?
 
18/3/2019 

Le lezioni di Sua Eminenza Metropolita Gennadios Zervos, a Sophia

Dal 18 al 20 marzo 2019, Sua Eminenza Metropolita Gennadios Zervos, Arcivescovo Ortodosso di Italia e Malta, sarà ospite dell’Istituto Universitario Sophia, nell’ambito della Cattedra Ecumenica Internazionale “Patriarca Athenagoras - Chiara Lubich”.
 
12/3/2019 

Un ricordo del primo Primo Maggio

Una storia legata al Primo Maggio di Loppiano del 1973, che non conoscevamo. Grazie a Flavio, un amico di Loppiano, che ce l'ha fatta scoprire!
 
9/3/2019 

Essere donna

In occasione della Giornata Internazionale della donna, che si celebra ogni 8 marzo, abbiamo rivolto alcune domande a Nancy O'Donnell, focolarina statunitense, psicologa, psicoterapeuta ed ex-docente universitaria, per approfondire il valore e l'attualità di questa ricorrenza.
 
ALLE RADICI DI LOPPIANO
9/7/2018

ALLE RADICI DELLA MARIAPOLI/14
Famiglie a tutta prova

Le prime avventure a Loppiano di un'altra famiglia di pionieri intrepidi, quella di Luigi e Maria Balduzzi.


18/9/2017

COSTRUTTORI DI UNA CITTA' "DOVE DIO SI VEDE" /13

E' questo l'augurio che Chiara Lubich ha fatto a Rina Nembrini, con Zaccaria tra le prime famiglie che da Bergamo si sono trasferite a Loppiano alla fine degli anni '60. Continua la storia dei pionieri della cittadella.

18/9/2017

ALLE RADICI DELLA MARIAPOLI/12
Un'avventura che continua

Dopo la nascita di Maria Regina, Agnese e i figli ritornarono a Bergamo, prevedendo di trasferirsi a Loppiano non appena le condizioni lo avessero consentito. Ma nel frattempo ...

13/9/2017

ALLE RADICI DELLA MARIAPOLI/11

Dalla terra bergamasca a Loppiano - Luglio 1964. In un incontro del Movimento dei focolari, ad Ala di Stura, Tino Piazza viene a conoscere il progetto della cittadella da edificare a Loppiano, vicino Firenze, negli 80 ettari donati da Vincenzo Folonari.

13/9/2017

ALLE RADICI DELLA MARIAPOLI/10

Le famiglie che fecero l’impresa - Proseguiamo il racconto degli inizi della Mariapoli con le parole di Tino Piazza, costruttore edile, arrivato a Loppiano nel 1964 da Clusone (BG).

13/9/2017

ALLE RADICI DELLA MARIAPOLI/9

Continua lo scambio di ricordi ed esperienze tra ‘pionieri’: "Eravamo brasiliani, belgi, olandesi, svizzeri, francesi, argentini".… Ancor oggi circolano racconti comici, fatti realmente accaduti passati alla storia della cittadella. Eccone un esempio: un tedesco e un brasiliano dormivano nella stessa stanza...