Grazie don Mario!

Venerd́ 10 maggio, proprio un anno dopo la visita del Papa a Loppiano, Don Mario Bodega, sacerdote focolarino, parroco di San Vito e del Santuario Theotokos, ha raggiunto la casa del Padre. Luned́ alle ore 14:30 si svolgeranno i suoi funerali, presieduti dal Vescovo di Fiesole, Mons. Mario Meini.

Sono numerosissime e molto toccanti le testimonianze che stanno arrivando in queste ore, e che attestano quanto don Mario sia stato un modello e un punto di riferimento, l’espressione tangibile dell’amore di Dio, per tante persone che hanno avuto l’occasione e, diciamolo pure, la fortuna di conoscerlo.

Ci riserviamo di parlare più ampiamente di lui su questo sito, intanto vogliamo riportare solo alcune delle sue frasi, estratte dal libretto “Credo la Misericordia”, pubblicato poco più di un anno fa.

 

«Mi mette i brividi il solo pensiero di poter essere strumento della Misericordia di Dio».

«Ho preso coscienza che cercavo sì di amare Gesù con la volontà, ma ero come se pigiassi l’acceleratore e nello stesso tempo tenessi il freno a mano tirato. Il mio rapporto con Gesù era condizionato dal ricordo dei miei peccati. (…) Anche Pietro era frenato dal ricordo del suo rinnegamento e Gesù lo liberava chiedendogli di buttarsi nel suo Amore. Gesù lo faceva rinascere e gli ha confermato la sua piena fiducia. (…) So che quando sono sinceramente pentito Dio mi vede nuovo».

«Posso imparare il mestiere del Padre: la Misericordia e lasciarmi ricreare da Dio Padre».