Alex Yaghmourian

Vivere a Loppiano con il Progetto Giovani

Alex voleva partecipare alla Scuola Gen ma per un ritardo burocratico ha ricevuto il suo visto in ritardo. La cosa non l'ha scoraggiato ed partito ugualmente per Loppiano, per sperimentare la nuova esperienza messa in campo dalla cittadella per i giovani.

Alex Yaghmourian ha 19 anni, è armeno, ed è arrivato a Loppiano dalla Giordania il 1 febbraio scorso. Attualmente, vive in casa con altri giovani provenienti dall’Argentina, dall’Ecuador, da Cuba, dall’India e dall’Italia. Questo, grazie al Progetto Giovani, recentemente lanciato a Loppiano, che consente a ragazzi e a ragazze di ogni parte del mondo, di culture, credo e lingue diverse, di fare esperienza della vita nella cittadella internazionale attraverso programmi personalizzati.

«Mio fratello e mia sorella mi hanno parlato tanto di Loppiano. Loro sono venuti qui a fare la Scuola Gen (N.d.R. la scuola di formazione per i giovani dei Focolari), e anche io volevo vivere questa esperienza ma, purtroppo, il mio visto è arrivato in ritardo e così, ho dovuto rinunciare. Dall’ostacolo però, è nata la proposta di partecipare a questo nuovissimo Progetto Giovani. Allora, mi sono detto… è una cosa nuova, proviamo!» ci racconta Alex, che rimarrà qui fino a luglio prossimo.

Il suo progetto personalizzato prevede le mattinate suddivise tra studio dell’italiano e ginnastica, perché lui è un ballerino professionista di breakdance: «Studio danza da dodici anni, così devo mantenermi in allenamento» ci spiega. Nel pomeriggio, lavora in una delle aziendine della cittadella e poi, va alla scoperta di Loppiano: «È stupefacente, è uno dei più bei paesi in cui sono stato! Vivere qui sta cambiando il modo in cui sento e vedo le cose. Specialmente la vita a casa, insieme a ragazzi di tante nazionalità. All’inizio non capivo, ero confuso, frastornato. Ma poi ho realizzato che vivendo qui, potevo imparare qualcosa di nuovo: ad accettare le idee degli altri, le persone e, allo stesso tempo, a condividere la mia storia con loro, a vivere la mia vita insieme». Soprattutto: «Vivere qui, cambia il modo in cui ascolti e parli con le persone, è come se il tuo cuore si potesse aprire a chiunque… ».